Avere cura del proprio corpo: 5 utili consigli

Avere una maggiore cura del proprio corpo è fondamentale. In particolare se si vuole vivere una vita in salute e avere minor possibilità di acciacchi nella vecchiaia.

Per rimanere in forma il più possibile, è bene perseguire uno stile di vita salutare e che inserisca nelle routine di tutti i giorni una serie di “vizi buoni”. Per aiutare le persone che sono pigre e poco attente al proprio stato di salute, abbiamo chiesto un consiglio agli esperti di vigilasalute.it. Questo portale indipendente, è ricco di consigli e soluzioni su come mantenersi in forma, risolvere i piccoli problemi di salute di tutti i giorni e vivere una vita più salutare.

Ecco, 5 utili consigli per avere cura del proprio corpo nel migliore dei modi e vivere una vita più salutare.

1. Non fumare

Può sembrare una ovvietà, ma spesso anche dottori e infermieri fumano più per vizio che per piacere. Il fumo è da sempre uno dei nemici peggiori per persone di ogni età. Oltre a portare una maggiore predisposizione per tumori o altre malattie che colpiscono l’apparato respiratorio e la gola, possono portare a una serie di problematiche che vanno a colpire anche altri organi del corpo umano. È bene ricordare, che polmoni sporchi dal catrame – che per ovvie ragioni si deposita nei polmoni ogni qual volta si fuma una sigaretta – non sono in grado di funzionare nel migliore dei modi.

Divorzio, Divorzio Breve e Separazione: Cosa Sono e Differenze




Il divorzio è quel mezzo giuridico che ci permette di poter sciogliere un matrimonio e decretarne la fine, continuando a mantenere valida solo la parte amministrativa e legale. Non va fatta confusione però con l’annullamento vero e proprio, in quanto è prevista la fine del matrimonio che legalmente è a tutti gli effetti valido e non il fatto che non sia riconosciuto.

Le leggi riguardanti il matrimonio cambiano di molto nelle varie parti del mondo, anche se comunque nella stragrande maggioranza dei paesi per rendere valido un divorzio c’è bisogno di una sentenza di un tribunale o di un’altra autorità che abbia le stesse caratteristiche. Il procedimento a livello legale del divorzio può vedere coinvolte questioni come gli alimenti o la custodia e il mantenimento dei propri figli. In alcuni paesi in cui la monogamia è riconosciuta per legge, il documento del divorzio prevede la possibilità di potersi risposare. Dal 1970 ad oggi, molti paesi hanno reso legale la pratica del divorzio, e solo due paesi ancora non hanno nel loro ordinamento un procedimento civile che riguardi quest’aspetto.




Come rallentare l’invecchiamento: arriva la proteina che allunga la vita




Quante volte hai desiderato poter allungare la tua vita, andando a frenare, interrompere o rallentare l’invecchiamento? Ora, dopo una lunga ed estenuante attesa, questo desiderio diventa realtà. Possiamo finalmente dire che il segreto della longevità si trova all’interno di una proteina, che è stata studiata da vicino per un lungo periodo dai ricercatori americani. Sono, nello specifico, gli studiosi dell’Università del Texas Southwestern Medical Center ad aver dato spazio alla proteina Beclin-1. Le sue proprietà sono state analizzate, partendo da un precedente studio che fu effettuato sull’Alzheimer.

Venne, già a suo tempo, evidenziato quanto fosse importante il ruolo di questo componente, soprattutto nei confronti delle malattie degenerative. E come se non bastasse, ora possiamo dire che la Beclin-1 potrebbe essere il vero elisir di lunga vita.




Documenti e ricerche




In questa sezione si raccolgono i documenti ufficiali, le relazioni, gli studi e le ricerche nell’ambito delle sfide demografiche, dell’invecchiamento e della solidarietà tra le generazioni.

DOCUMENTI

– Decisione dell’Anno europeo 2012 (745 Kb, PDF)

– Rapporto sulla demografia 2010 – Commissione Europea (3,3 Mb, PDF, in inglese)

– Comunicazione della commissione europea “Gestire l’impatto dell’invecchiamento della popolazione nell’unione europea (81,6 Kb, PDF)

– Sondaggio di Eurobarometro sulla solidarietà generazionale del Marzo 2009 (3,19 Mb, PDF, in inglese)




Calendario Eventi




Milano, 10 dicembre 2012 – Il Comitato lombardo dell’Associazione degli ex Parlamentari della Repubblica, l’Associazione Consiglieri regionali della Lombardia e il Comitato regionale dell’AICCRE (Associazione Italiana per il Consiglio dei Comuni e delle Regioni d’Europa) promuovono – nello spirito di costante collaborazione che lega i tre sodalizi – un Convegno con il duplice scopo di fare il punto sul tema dell’Anno europeo e di offrire ad esperti e a rappresentanti delle Istituzioni un’occasione di confronto e di costruttivo dibattito. L’invecchiamento attivo, infatti, è oggetto di una crescente attenzione, come dimostrano le indicazioni fornite dalla Conferenza ministeriale promossa a Vienna il 19 e 20 settembre scorsi dall’UNECE (United Nation Economic Commission for Europe) e la recente presentazione di numerose proposte legislative in Parlamento e nelle Regioni: è dunque tempo di una più precisa definizione, anche in Lombardia, di obiettivi e di scelte coerenti.

Alessandria, 30 novembre 2012 – Il centro ED di Alessandria organizza un incontro-dibattito sul tema “Soluzioni tecnologiche per restare attivi”. Si tratta di un evento che intende proporre soluzioni, anche tecnologiche, dirette a far comprendere che è possibile invecchiare in buona salute, partecipare appieno alla vita della collettività e sentirsi più realizzati nel lavoro, nella cultura, attraverso attività che possono essere effettuate presso il proprio domicilio riducendo costi e migliorando la qualità della vita per riuscire ad essere più autonomi nel quotidiano e più impegnati nella società.




Unione Europea




L’Unione Europea ha proclamato il 2012 Anno europeo dell’invecchiamento attivo e delle solidarietà tra le generazioni. L’anno sarà l’occasione per sostenere gli sforzi degli Stati membri, delle autorità regionali e locali, delle parti sociali e della società civile per promuovere l’invecchiamento attivo e la solidarietà tra le generazioni e sfruttare maggiormente il potenziale delle generazioni del baby-boom.

Obiettivo dell’Anno è la promozione di una cultura dell’invecchiamento attivo che valorizzi l’utile contributo degli anziani alla società e all’economia, favorendo opportune condizioni di lavoro, di partecipazione alla vita sociale e di vita sana ed indipendente.

In tale quadro, la solidarietà e la cooperazione tra le generazioni rappresenta un elemento trasversale che sottende le azioni e le attività di sensibilizzazione sul tema.